fbpx

VOUCHER O RIMBORSO? IL PARERE DI RIMBORSAMITU

Sebbene l’emergenza coronavirus stia lentamente rientrando, permettendoci lentamente di tornare alla normalità, non sono poche le questioni ancora irrisolte che inevitabilmente ci accompagneranno per i prossimi mesi.
Nel settore in cui operiamo, la domanda che ci viene più rivolta in assoluto è:

posso rifiutare il voucher offerto dalla Compagnia e pretendere il rimborso?
A questa domanda ci sentiamo di rispondere affermativamente.
 

A tal proposito l’entrata in vigore della L.27/2020, che ha convertito il c.d. Decreto Cura Italia, ha inizialmente portato un po’ di caos in materia.

In sede di conversione del decreto, è stata, infatti, introdotta una nuova norma che sembrerebbe consentire alle Compagnie di liberarsi dagli obblighi di rimborso, tramite la semplice emissione di voucher da utilizzare entro un anno.

Sebbene risulti comprensibile la ragione che ha portato il legislatore a tale scelta, probabilmente da rintracciare nella volontà di venire incontro alle difficoltà che il settore del trasporto aereo sta vivendo in questo periodo, vanno altresì tenute in considerazione le esigenze dei passeggeri.

Risulta, per esempio, comprensibile lo scetticismo di chi, non essendo affatto fiducioso sulla possibilità di utilizzare il voucher entro l’anno, preferisca il rimborso.

Oppure, sembra condivisibile il sentimento di chi, avendo pagato somme elevate per comprare il biglietto, preferisca il rimborso di tali somme piuttosto che un voucher, specie in un momento di generale difficoltà economica.

Molti di voi ci hanno quindi contattato avanzando perplessità su tali voucher e chiedendoci se fosse possibile rifiutarli e pretendere il rimborso.

A questa domanda ci sentiamo di rispondere affermativamente.

Sebbene le ultime novità legislative sembrino propendere per il voucher, non può dimenticarsi come il diritto comunitario risulti prevalente sulla legislazione nazionale.

L’Unione Europea, con il  Reg. CE 261/04 ha sancito in maniera chiara il diritto del passeggero al rimborso del prezzo del biglietto in caso di cancellazione.

Tale disciplina non può che ritenersi prevalente sulle norme introdotte recentemente dal legislatore italiano.

Proprio per tali ragioni la Commissione europea il 13 Maggio ha emanato una raccomandazione con cui invita l’Italia a rivedere le nuove norme introdotte, conformandosi alla legislazione comunitaria esistente.

Gli elementi appena riportati, uniti ad altri elementi di diritto, ci consentono, in conclusione, di poter confermare il nostro parere riguardo alla possibilità di pretendere il rimborso.

Se hai bisogno di assistenza, ti invitiamo quindi a contattarci. Saremo lieti di aiutarti!

Per poter richiedere il rimborso, basta compilare il modulo riportato di seguito.
Una volta compilato il modulo verrai contattato quanto prima dal nostro Staff, che ti fornirà tutte le informazioni utili per ottenere il rimborso.

Non esitare a contattarci o a farci contattare! Si può richiedere il rimborso in maniera facile e veloce compilando il modulo, al resto penserà RimborsamiTu!

Cosa aspetti?

 

Ancora dubbi? Chiama il nostro numero GRATUITO +39 380 695 9193

Menu